Vendersi per 3 cose gratis

Pochi giorni fa ho ricevuto diversi commenti offensivi sotto al video Youtube sulla palestra in casa in collaborazione con Kingsbox.

In sostanza l’accusa sarebbe questa: mi sarei messo a 90° in cambio di 3 cose gratis.

Su Youtube c’è un tasto bellissimo per i proprietari dei video, che si chiama “nascondi utente dal canale”, perchè sì, il canale è mio e ci faccio quello che mi pare.

Sono molto autoritario e dittatoriale in questo senso.

Le critiche costruttive le lascio pubbliche, che tutti leggano e che possano essere ispirazione e fonte di miglioramento per me, che indubbiamente – come tutti – ho molto da imparare.

Ma le offese, le accuse infondate, gli insulti.. Quelli no. Li elimino a priori, e tanti saluti. Ci sono tanti altri canali youtube, prego ed accomodarsi.

Vorrei però chiarire questa cosa del “vendersi per tre cose gratis”.

In primis, ci tengo a precisare che ho sempre dichiarato pubblicamente le collaborazioni che ho scelto di fare: tutto trasparente.

Se promuovo un’azienda e vengo retribuito in qualche modo (cash o materiale fisico), lo dico. Non me ne vergogno.

Anzi, devo essere sincero? Delle due penso sia un vanto.

Se un’azienda investe in me, senza sapere se avrà un parziale o totale ritorno economico, per me è motivo di orgoglio.

Significa che ho creato qualcosa di buono.

E lo sai perchè non me ne vergogno?

Perchè accetto solo ed esclusivamente collaborazioni con aziende che reputo degne di essere promosse.

La dico tutta: a differenza della stragrande maggioranza di youtuber italiani, io mai ho fatto e mai farò video di unboxing vari solo per promuovere un brand che non sia il mio.

Perchè io stesso sono un brand. Tutti siamo un brand. Questo dobbiamo capirlo.

Se sei un imprenditore, un entrepreneur, sei un cazzo di brand, che ti piaccia o meno.

Perchè ci metti la faccia, e la tua faccia è parte del tuo marketing. Per questo il mio sito porta il mio nome e cognome e non si chiama “VikingStrength.it” o similia.

Nome e cognome. Senza paura.

Mi assumo in pieno la responsabilità di ciò che dico, scrivo, o faccio.

Perchè fa parte dell’essere uomo, questo.

La dico tutta: ho rinunciato a migliaia di Euro e parecchi regali pur di non promuovere brand in cui non credo.

Mi hanno scritto almeno 4 brand di integratori. 3 volte ho rifiutato, con una quarta è in bilico un accordo.

E perchè? Perchè è una marca che uso da anni, in cui credo.

Le altre 3 ho avuto i miei motivi per rifiutare, come l’azienda che vende prodotti dimagranti che mi ha offerto soldi in cambio di promozione.

Ho rifiutato.

Non voglio passare per santo per questo, ma tantomeno essere offeso in quanto accetto poche e rare collaborazioni con brand assolutamente in linea con il mio di brand, e con quanto a te io offro ogni giorno. Anche gratis.

Perchè le guide complete di 4 o 5mila parole non si scrivono da sole.

Ed i video settimanali su youtube non si preparano, filmano, editano e pubblicano da soli.

Parlo di forza. Parlo di attitudine. Parlo di libri. Parlo di crescita personale. Parlo di allenamento.

Non scandalizzarti se stringo accordi con chi vende bilancieri olimpici, perchè ti rendono più forti.

E se ti scandalizzi, sai cosa? Toglimi il follow da Instagram e disiscriviti dal mio canale YouTube, che un iscritto come te in tutta onestà, non lo voglio.

Facessi sta roba per i numeri, di certo non parlerei di come allenare il collo, o di box squat: parlerei di addominali scolpiti e come perdere 3 kg in 1 giorno. Lì sì che farei i numeri.

Se domani la Mondadori mi propone un accordo perchè faccio loro vendere libri (si scherza, chiaramente), rispondo di sì.

Perchè ci credo nel valore dei libri, o non ne avrei letti oltre 120 solo sul tema allenamento.

E così per qualsiasi altra collaborazione o proposta che reputo in linea con quanto io ho da offrire e quanto tu possa apprezzare.

Che poi ti faccio pure risparmiare offrendoti il mio codice sconto personalizzato, “vichingo”, che non è marketing: è che ti faccio un favore.

Ci guadagno io. Ci guadagna l’azienda. Ci risparmi tu.

Che vuoi di più?

Però sì, anzichè ringraziare, fare i leoni da tastiera è sempre più virile.

Strano che poi nessuno dal vivo si sia mai permesso di dirmi certe cose, come quella che mi sarei messo a 90 in cambio di tre cose gratis.

A proposito.

Non sono “3 cose gratis”, ma una intera home gym professionale. Che sì, ho accettato ben volentieri conoscendo la qualità dell’azienda che me la ha offerta in cambio di esposizione.

Benvenuto nel 2020, dove chi ha esposizione, che ti piaccia o meno, riceve soldi o prodotti in cambio di pubblicità.

La differenza tra me ed altri è che io rifiuto quasi tutto, perchè non sono la puttana di nessuno e mai lo sarò.

Ma scusami se promuovo molto volentieri chi mi offre un bilanciere da powerlifting che reputo professionale e che penso possa essere utile a molti, dato che sulla forza fisica e mentale baso non solo il mio lavoro, ma anche la mia vita.

Commentate di meno, o quantomeno ragionate prima di farlo, ed allenatevi di più.

2 pensieri su “Vendersi per 3 cose gratis

  1. Bravo Nicholas ben detto e ben fatto
    ….sei un grande
    .

    Tutta la mia stima…

    1. Grazie per il supporto Mario!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *